La vita segreta degli alberi di Peter Wohlleben
24 febbraio 2017
Dizionario della stupidità di Piergiorgio Odifreddi
25 febbraio 2017
Visualizza tutto

Angelo Massaro,  è stato assolto dalla Corte d’appello di Catanzaro ‘per non aver commesso il fatto‘ dell’omicidio di Lorenzo Fersurella, ucciso nel tarantino nell’ottobre del 1995, e dal reato di occultamento di cadavere e  scarcerato dopo oltre 20 anni di detenzione. L’uomo era stato condannato in via definitiva a 30 anni di reclusione (per cumulo di pene), ma poi la Corte di Cassazione aveva accolto la richiesta di revisione del processo avanzata dal difensore del 51enne, l’avvocato Salvatore Maggio.

La vicenda di Angelo Massaro, che era stato arrestato sulla base di una intercettazione telefonica e di una dichiarazione di un collaboratore di giustizia che sosteneva di aver appreso da altri del presunto coinvolgimento dell’uomo nel delitto, era stata oggetto anche di una interrogazione parlamentare dei Radicali. Massaro, arrestato il 15 maggio 1996, è stato in carcere a Foggia, Carinola (Caserta), Taranto, Melfi e Catanzaro.

Negli ultimi 20 anni IMG_1930-U460004628905423uB-U460407672955252R-1224x916@CorriereMezzogiorno-Web-Mezzogiorno-593x443è stato spesso lontano dalla residenza famigliare e quindi dalla moglie e dai due figli.