Raffreddore: sintomi, cause, cure e rimedi
19 febbraio 2018
Sformatino di ricotta e robiola giallo curcuma con pomodorini secchie pinoli tostati
20 febbraio 2018
Visualizza tutto

Spaghetti alle carote con curcuma e verdure

Come già accennato nell’articolo precedente la curcuma è una pianta erbacea parente stretta dello zenzero. È un rizoma di origine asiatica ed è ormai diffusa in tutti i Paesi a clima tropicale, caratterizzando molti piatti della cucina nordafricana e orientale. La curcuma è chiamata anche zafferano delle Indie o zenzero giallo. Tradizionale spezia indiana, si utilizza la sua lunga e robusta radice ridotta in polvere (è molto difficile trovare la curcuma fresca).

Ingrediente fondamentale del curry, la curcuma dà al cibo un bel colore giallo e un lievissimo aroma. In cucina il suo profumo intenso si attenua durante la cottura. È adatta per insaporire risi pilaf e spezzatini di carne. Nella cucina indiana si usa nei curry a base di carne, pesce e verdura, oppure in salamoie e chutney o, ancora, per insaporire numerose pietanze dolci. La curcuma è deliziosa su legumi, verdure e cereali. Da provare, a sorpresa, negli impasti profumati dei biscotti invernali, in muffin e yogurt con cereali (solo un pizzico).

Vediamo oggi come inserirla in un primo piatto: spaghetti alle carote con curcuma e verdure.  Questo è un primo piatto completo e alternativo, dal sapore intenso e caratteristico.

​ Ingredienti per 4 persone

100 grammi  farina, 130 grammi  semola, 2 grammi  curcuma, 1  albume, 20 grammi  olive di gaeta, 20 grammi  cipolla rossa,

30 grammi  zucchina, 30 grammi  peperone, 1 rametto  timo, 1 rametto  maggiorana 8 foglie  basilico, 1  peperoncino,

q.b.  vino bianco, q.b.  parmigiano, q.b.  sale, 100 grammi  carota frullata, 12  pomodoro datterino, 1 spicchio  aglio,

30 grammi  broccolo, 50 grammi  carota q.b.  olio di oliva extravergine.

Raccogli sulla spianatoia la farina e 100 g di semola per realizzare gli spaghetti freschi; unisci il centrifugato di carote, l’albume e la curcuma, ed impasta fino ad ottenere un impasto consistente, che lascerai riposare in frigorifero per mezz’ora. Stendi la pasta per gli spaghetti alle carote in una sfoglia dello spessore di un paio di millimetri e tagliala a grossi filamenti aiutandoti con l’apposita trafila oppure appoggiandola su una chitarra per spaghetti e passandoci sopra un matterellino. Spolverizza poi la pasta ottenuta con la rimanente semola e forma delle matassine. Dividi i broccoli a cimette e riduci tutte le altre verdure previste dalla ricetta degli spaghetti con verdure a dadini. Fai soffriggere in padella lo spicchio d’aglio schiacciato in 2-3 cucchiai d’olio. Una volta dorato l’aglio, unisci le verdure preparate in precedenza e falle saltare a fuoco vivo, aggiungendo il peperoncino per aromatizzare. Sfuma poi con il vino bianco e lascialo evaporare; prosegui la cottura per pochi minuti. Prima di togliere dal fuoco, aggiungi le olive ed i pomodorini, profuma con timo e maggiorana e regola di sale. Cuoci gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolala e falli saltare in padella con le verdure, ammorbidendo il tutto con un mestolino dell’acqua tenuta da parte. Completa con un filo d’olio ed il parmigiano grattugiato. Distribuisci gli spaghetti alle carote nei piatti e guarnisci con foglioline di basilico fresco prima di servire.