Artisti Emergenti – Mario Fatone “Si sente”
15 gennaio 2018
Cadavere di un uomo trovato al Lido di Latina.
17 gennaio 2018
Visualizza tutto

Alimenti invernali, come e quando consumarli

Per contrastare il freddo e la stanchezza psichica dei mesi invernali è importante portare sulle nostre tavole dei cibi energetici, che riscaldano, ma non per questo supercalorici: il caldo dei cibi deve accrescere la nostra energia fisica, ma le calorie che assumiamo da questi alimenti sono basse se non bassissime. Ecco cosa portare in tavola…

Tra le Verdura non devono mancare le barbabietole, broccoli, carciofi, cardi, carote, cavolfiore, cavolo cappuccio, cavolo verza, cavolini di bruxelles, cicoria , coste, crauti, erbette, finocchio, indivia, porro, radicchio, rafano, rapa, ravanello, sedano, sedano rapa, spinaci, valeriana, zucca. Ovviamente tra queste non possono mancare i Pesci quali il cefalo, il merluzzo, la sogliola,  la spigola,la sardina, la triglia ed il salmone. Sia il pesce grasso (salmone, sardine, sgombro) e semigrasso (tonno fresco e pesce spada) e quello magro (merluzzo, orata, polpo) andrebbero consumati 2-3 volte la settimana. Per la vitamina A e D, per il valore proteico e per la presenza degli acidi grassi omega 3 risulta un alimento altamente curativo.

Ma a tavola non possono mancare  I cereali dei climi freddi: Avena e Grano saraceno,  i legumi: come le lenticchie contro i mali d’inverno, le quali  hanno un alto valore nutritivo infatti contiene circa il 23 % di proteine, il 51 % di carboidrati e l’1% di grassi vegetali. E’ inoltre un legume ricco di fosforo, ferro,  potassio e vitamine del gruppo B: si può calcolare che100 gdi lenticchie crude equivalgono a circa 100g di carne. Le calorie sono 291 per 100g di lenticchie. Per chi ha problemi di meteorismo consiglio le lenticchie di Rodi già decorticate.

Ed infine la  Frutta: kiwi, arancia, cachi, limone, mandarino, mandarancio, mela, mela cotogna, pera, nespola, pompelmo, frutta secca.