GLI ADDOMINALI

Gli addominali, insieme ai glutei, sono i muscoli più commerciali del nostro corpo, solitamente i primi per i maschietti e i secondi per le donne. In palestra sentiamo spesso infatti, il ragazzo che chiede all’istruttore di insegnargli il miglior esercizio per ottenere la famigerata “tartaruga”.
Di conseguenza, da qualche anno, il grande “sottobosco” composto da svariate aziende che producono macchinari fitness, studia il modo migliore di propinare al pubblico medio l’acquisto del secolo, prendendo spunto dalle attrezzature professionali o dai princìpi della metodologia dell’allenamento. Vengono attuati degli accorgimenti per rendere un esercizio (in questo caso per gli addominali) di facile attuazione per qualsiasi persona, ecco quindi che nascono i vari AB King Pro, AB Circle Pro, Panca Pro Evolution, AB Rocket e chi più ne ha più ne metta!! Perfetto, se si vuole letteralmente buttare i propri risparmi, quindi, basta recarsi ormai in un qualsiasi supermercato per portarsi a casa uno di questi arnesi, oppure con una telefonata al noto marchio che a qualsiasi ora occupa i nostri schermi e all’incredibile prezzo (super scontato) di un centinaio di Euro vi viene portato comodamente a casa con annesso il programma per dimagrire 5 kg ed avere un fisico scolpito in 7 giorni…!!!

Facciamo un passo indietro e andiamo ad analizzare questi attrezzi:

  1. Dove vi è la presenza della barra per appoggiare le braccia (AB King Pro), l’esercizio è molto agevolato, ma rischia di diventare un esercizio per il Gran Dorsale, Gran rotondo, quindi per tutti gli adduttori dell’omero a discapito del Retto Addominale che dovrebbe essere il muscolo obiettivo;
  2. La maggior parte di questi marchingegni ha una uno schienale diritto e rigido che non consente alla schiena di assumere le normali curve fisiologiche. Ne consegue che il tanto decantato arco di movimento aumentato (200°) comporterà una tensione continua alla bassa schiena o zona lombare, diventando controproducente e inutile in quanto il Retto Addominale lavora sostanzialmente nei primi 30° di R.O.M. (Range Of Motion);
  3. Aggiungendo quanto detto nel punto sopra, lo schienale diritto farà si che la contrazione sia a carico dei flessori dell’anca, quali Ileo-Psoas e Retto Femorale e non del nostro Retto Addominale, che ha il compito di avvicinare le costole al bacino e viceversa.
  4. Come ultimo punto, non certo per importanza, c’e da rilevare come questi articoli siano pubblicizzati soprattutto per chi desidera dimagrire: Purtroppo a una persona in sovrappeso o comunque con il desiderio di veder calare la “pancetta”, gli esercizi per gli addominali servono a ben poco, soprattutto se con queste caratteristiche!