Ritrovato l’uomo disperso ad Ortolano
20 gennaio 2017
Domani nuovo appuntamento con LAND OF TREND
20 gennaio 2017
Visualizza tutto

Individuate sei persone vive a Rigopiano

La Valanga che si è abbattuta sul hotel di Rigopiano alle pendici del Gran Sasso, può essere classificato come un evento-killer innescato dalle 4 scosse sismiche di magnitudo tra 5,1 e 5,4 della mattina di mercoledì con epicentro l’area dell’Aquilano,  avvertite in questo versante della regione abruzzese dove il rischio valanghe era già classificato 4 su 5.

La slavina in questione ha  sepolto gran parte della struttura e spazzato via quello che trovava sulla sua strada, provocando lo spostamento dell’edificio di una decina di metri in avanti. Non è escluso perciò che alcuni dei dispersi siano stati travolti e trascinati fuori dal perimetro dell’edificio. Si scava senza sosta, ma finora nessun segno di vita è salito in superficie dalle macerie dell’hotel Rigopiano. I morti accertati sono due e tra i 25 e i 30 i dispersi, tra dipendenti e clienti, per cui purtroppo si teme ormai il peggio. Sei persone – secondo quanto apprende l’ANSA – sono state individuate vive dai viigli del fuoco che sono in contatto con loro. Al momento i superstiti sono ancora sotto le macerie. Il primo contatto con i sei è stato poco dopo le 11.