Sciopero Ryanair
10 febbraio 2018
Cgia di Mestre. 5 mesi all’anno di lavoro vanno in tasse
11 febbraio 2018
Visualizza tutto

Sanremo 2018: trionfano Meta-Moro. Sul podio anche Lo Stato Sociale ed Annalisa

Dalla possibile esclusione alla vittoria. Ermal Meta e Fabrizio Moro con il brano “Non mi avete fatto niente”, vincono il 68/o festival di Sanremo.

Al secondo posto Lo Stato Sociale con “Una Vita in vacanza”, terza Annalisa con “Il mondo prima di te”.

“Undici anni fa dedicai la vittoria tra le Nuove Proposte con “Pensa” a mio padre, oggi dedico la vittoria a mio figlio, che sta a casa: ciao Libero”. E’ la dedica di Fabrizio Moro, subito dopo la vittoria. Meta dedica invece il suo successo alla sua casa discografica Mescal, perché “ha creduto in me, quando nessun altro lo faceva”.

Lunga la lista degli altri premi:
Ron vince il Premio della Critica Mia Martini, con il brano “Almeno Pensami”. Ron ha conquistato 25 voti su 132. Diciannove i voti per Ornella Vanoni-Bungaro-Pacifico, 18 Max Gazzè.

Lo Stato Sociale si aggiudica il Premio della sala stampa Radio-Tv-Web “Lucio Dalla” , con la canzone “Una vita in vacanza”.

Il Premio Sergio Endrigo va invece a Vanoni-Bungaro-Pacifico, per la migliore interpretazione del 68/o festival di Sanremo va a Ornella Vanoni, con Bungaro e Pacifico, con il brano Imparare ad amarsi.
A Mirkoeilcane il Premio Bardotti per il miglior testo, con il brano “Stiamo tutti bene”, assegnato dalla Giuria degli esperti.

Il Premio per la miglior composizione musicale se lo aggiudica Max Gazzè, per il brano “La Leggenda di Cristalda e Pizzomunno”. Premio assegnato dall’Orchestra del Festival.

A Meta-Moro va anche il Premio TIMmusic, assegnato alla canzone più ascoltata sulla app musicale TIMMUSIC.

Gli elementi salienti dell’ultima serata sono stati sicuramente Laura Pausini che esce dall’Ariston e finisce di cantare fra la folla in delirio dopo aver duettato con Claudio Baglioni, Favino commosso nel monologo da “La notte poco prima delle foreste” di Koltès, Fiorella Mannoia che si esibisce con Baglioni e poi la standing ovation per Ornella Vanoni. Rispunta anche Fiorello, ma al telefono. Nel pomeriggio era arrivata la benedizione di Adriano Celentano che ha mandato un messaggio di complimenti al direttore artistico.